com stampa roma

-di Marta Mecatti

 

Tra gli eventi un omaggio a Manuel De Sica
e la prima di “Io e Lei” con la coppia Ferilli e Buy.

 

Roma, 23 settembre 2015Maria Pia Corbelli, Presidente, e Antonio Flamini, Direttore Artistico, presentano a Roma, alla Casa del Cinema, la 19. edizione del Terra di Siena International Film Festival, in programma nella città del Palio dal 29 settembre al 4 ottobre 2015.

 

Molte le novità di questa nuova edizione. Innanzitutto la giuria sarà presieduta da Antonio e Pupi Avati.

 

Cuore del festival, da quest’anno, è il cinema italiano, con opere prime in anteprima e numerosi ospiti. La vetrina internazionale, invece, è suddivisa in due sezioni, “Panorama Europa” e “Uno sguardo sul mondo”. I protagonisti dei film stranieri sono Michael Fassbender, Monica Bellucci, Christoph Waltz, Matt Damon, Tilda Swinton, Elijah Wood e molti altri. Il film di apertura, il 29 ottobre, sarà “Corn Island” di George Ovashvili, candidato al Premio Oscar come miglior film straniero, che parteciperà al festival assieme alla protagonista, l’attrice Mariam Buturishvili.

 

Non mancherà, inoltre, anche il concorso dedicato ai cortometraggi, a cura di BadTaste, e quello dei documentari.

 

Inoltre, il Terra di Siena International Film Festival 2015 presenta, il 30 settembre, un’anteprima assoluta: “Io e lei”, il nuovo, attesissimo film di Maria Sole Tognazzi con, per la prima volta insieme sullo schermo, la coppia composta da Margherita Buy e Sabrina Ferilli. Per l’occasione, la Buy riceverà dal Sindaco di Siena Bruno Valentini il premio “personaggio cinematografico dell’anno”, il “Seguso Award”, riconoscimento della prestigiosa vetreria di Murano, azienda familiare che da ventitre generazioni continua a creare opere d’eccellenza del made in Italy e che da due anni ha aderito alla partnership con il Terra di Siena International Film Festival. Scritto dalla regista insieme a Ivan Cotroneo e Francesca Marciano, Maria Sole ha definito il film «un pudico, gentile ma lontanissimo omaggio» a Il vizietto di Edouard Molinaro, con Ugo Tognazzi e Michel Serrault. Federica e Marina, questo il nome delle due protagoniste del film, sono una coppia lesbica che entra in crisi. Secondo Cineblog, la coppia Ferilli-Buy è “davvero ben assortita con caratterizzazioni cucite a misura; è una storia d’amore in cui ci si può riconoscere a prescindere dalla tematica omosessuale, con alti e bassi e una crisi dovuta alla confusione e insicurezza del partner, insomma piccole grandi storie di tutti i giorni che ci ricordano quanto fragile e travolgente sia l’amore e quanto la vita di coppia sia materia da equilibristi”.

 

Altra novità, il premio “Manuel De Sica”, intitolato al compositore e musicista già direttore del festival, che sarà attribuito al grande Lino Patruno, anche lui musicista, compositore, attore e polistrumentista. A consegnare il premio, la moglie e il figlio di De Sica.
Tra i documentari, segnaliamo “Magic Moments” di Yvonne Sciò, dedicata alla fotografa Roxanne Lowit, che ha ritratto, inventando un nuovo modo di fare fotografia, il jet set di New York, Parigi e Milano. Nel doc della Sciò non mancano le testimonianze di Giambattista Valli, Giorgio Armani, David LaChapelle, Jeremy Scott, Julian Schnabel, Pat Cleveland, Amanda Lepore e Heidi Klum. Altro documentario da non perdere “One rock, three religions”, prodotto da Valentina Castellani Quinn, dedicato al dialogo tra i Paesi, in particolare tra Palestina e Israele, e tra le religioni, dove si mette a fuoco il valore della cultura e dell’arte concepiti come elementi imprescindibili dell’identità dei popoli e come straordinari veicoli di pace.

 

La cerimonia di premiazione, che vedrà la consegna del “Sanese d’Oro” al miglior lungometraggio, si svolgerà sabato 3 ottobre nella prestigiosa sede dell’Accademia Musicale Chigiana di Siena, preceduta da un concerto della Fondazione Siena Jazz in omaggio a Manuel De Sica.

 

La serata conclusiva del festival, domenica 4 ottobre, prevede la proiezione di un classico restaurato, “Il Giardino dei Finzi Contini”, di Vittorio De Sica, vincitore del Premio Oscar nel 1972 al miglior film straniero e candidato all’Oscar per la migliore colonna sonora scritta proprio da Manuel De Sica. L’attore Fabio Testi, uno dei protagonisti del film, riceverà il Premio alla Carriera.

 

Conduttrici e presentatrici del festival Laura e Silvia Squizzato.

 

Sul “Green Carpet” del Cinema Pendola sfileranno le star di questa edizione: tra gli altri, Valentina Quinn e Bobby Sager, Maria Sole Tognazzi, Margherita Buy, Sergio Assisi, Massimo Bonetti, Valeria Solarino, Sebastiano Somma, Ivonne Sciò, Lino Patruno, Fabio Testi, Marco Cocci, Michela Andreozzi, Salvatore Striano e molti altri.

 

Il Terra di Siena International Film Festival ha il patrocinio dell’Unesco, della Rappresentanza Italiana della Commissione Europea, della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, della Regione Toscana, della Provincia di Siena, del Comune di Siena, dei Comuni di Chiusi e Chianciano Terme, di Siena Capitale Italiana della Cultura 2015, della Camera di Commercio di Siena, di Expo, Legambiente, Italia Nostra sezione di Siena, Unione Nazionale Consumatori, Fondazione Consumo Sostenibile, Università per Stranieri di Siena, Clorofilla Film Festival, Social World Film Festival e Federculture.

 

Si ringrazia: Tiemme, Seguso Vetri d’Arte, Grand Hotel Continental, La Fabbrica del Panforte, Al Mangia ristorante in Siena, Osteria Le Logge, La Canonica, La Villa, Autonoleggi Chianti ncc, My Luxury Drive, Tuscan Style, Gioielleria Fratelli Versace, Salcis Siena Morbidi, Liberamente Osteria, Cremonesi Consulenze, Twobe, Il Bandierino, Fusi&Fusi e Il Casato.

 


 

programma film web

Leave a Reply